Lug 15

IARU HF Championship – commenti a radio spenta

Il “Ciclone IARU HF” è passato. Quest’anno ho superato me stesso, in termini di qso messi a log e di punti fatti. Come prevedibile, la parte del leone l’hanno fatta le bande alte, 15 e 10 in particolare. Buoni anche i 20, ma a tratti eccessivo sovraffollamento di “big guns” tra 14.180 Mhz e 14.230 Mhz. Ciò significa che senza direttiva rischi la salute mentale per tirar fuori il corrispondente, ma mi va bene così: come dicevo nel post precedente non ho velleità di vittoria. Comunque sia, con un claimed score di 33538 punti posso dirmi soddisfatto. Ho messo a segno diversi new-one (che per me sono il vero scopo della partecipazione ai contest), sia di banda/modo che assoluti, tipo Capo Verde, Honduras, Kaliningrad, Nicaragua. Ho ascoltato a lungo Ascension Island ma il pile-up era troppo forte perché io riuscissi a passare, peccato.

Quest’anno ho scelto di utilizzare l’ottimo QARtest, per la gestione del log e devo dire che è stata una mossa azzeccata. Facile, pratico, in italiano, con il calcolo immediato dei moltiplicatori e la segnalazione dei dupe. Bravo IK3QAR!

Avevo tempo da perdere, mi sono divertito. E poi, anche per non rischiare liti da TVI in prima serata, ho trovato il tempo per guardarmi Apocalypse Now – Redux prima di tornare a “martellare” sulle bande basse… L’importante è godersela! 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.